Eventi

#LUMINFORMA

Al via le attività del progetto PRIMED con il convegno su: "Mediazione interculturale e religiose e prevenzione della radicalizzazione"

condividi

Al via le attività del Progetto
PRIMED,
Prevenzione e Interazione nello Spazio Trans-Mediterraneo
con un seminaro in programma
martedì 9 aprile alle ore 10 presso il Padiglione Facoltà dell’Università Lum Jean Monnet.
A tenere il seminario il prof. Luigi Ferrajoli, Emerito di Filosofia del Diritto dell’Università Roma 3, il cui intervento sarà preceduto dai saluti del prof. Roberto Martino, Preside della Facoltà di Giurisprudenza e del prof. Francesco Alicino, Ordinario di Diritto Pubblico delle Religioni e referente del Progetto per la LUM.

Clicca
qui
per saperne di più.

IL PROGETTO PRIMED

L’Università Lum Jean Monnet, assieme ad altre
ventuno università italiane e di Paesi che si affacciano sul Mediterraneo
si è aggiudicata un bando finanziato dal MIUR con il progetto
PRIMED,
Prevenzione e Interazione nello Spazio Trans-Mediterraneo,

di cui la Lum, assieme a UniBa, è riferimento per il Sud Italia.

Il progetto PrIMed affronta, in modo interdisciplinare, i bisogni conoscitivi e operativi connessi ai processi d’integrazione in Italia e al contrasto alla radicalizzazione attorno a tre assi:
1- Cooperazione scientifica tra Italia e Paesi OCI sui temi dell’integrazione e della radicalizzazione tramite costituzione di una rete interuniversitaria di studenti, ricercatori e docenti ispirata al Learning by sharing.
2- Formazione protagonisti delle politiche dell’integrazione e del contrasto alla radicalizzazione: enti territoriali, Prefetture, amministrazione penitenziaria (IT e OCI) e p.s., scuola, strutture socio-sanitarie, operatori economici;
3- Formazione dirigenti e personale religioso per integrazione delle loro funzioni in Italia.

Una delle azioni previste dal progetto di competenza del nostro Ateneo è fnalizzata alla mediazione interculturale e religiosa e alla prevenzione della radicalizzazione. L’obiettivo è quello della promozione dell’integrazione interculturale e interreligiosa, aperta anche ai leader delle comunità religiose, favorendo al contempo la conoscenza degli strumenti e delle misure di prevenzione e di contrasto della radicalizzazione e del reclutamento da parte di organizzazioni terroristiche. Un particolare focus riguarderà i programmi di deradicalizzazione adottati anche in sede giudiziaria e con il coinvolgimento di esperti e di parti sociali.

Altri Eventi